Il 30 giugno 2017 scadrà il semestre di ravvedimento operoso, termine ultimo per regolarizzare la propria posizione; al termine di tale periodo la posizione che risulterà ancora irregolare verrà comunicata al Consiglio di Disciplina per i conseguenti adempimenti.

L’inosservanza dell’obbligo formativo costituisce, infatti, illecito disciplinare ai sensi dell’art. 7 comma 1 del DPR 7 agosto 2012, n° 137.
Le sanzioni, previste dall’art. 9 comma 2 del Codice Deontologico, sono:

  • la mancata acquisizione dei crediti formativi professionali triennali minimi, nel limite massimo del venti per cento (12 su 60) comporta l’irrogazione della censura;
  • la mancata acquisizione di un numero di crediti superiore al venti per cento comporta l’irrogazione della sanzione della sospensione, da calcolarsi nella misura di un giorno di sospensione per ogni credito formativo mancante.
Categoria: